E’ uscita in questi giorni la circolare Confetra n. 69/2017 e relativi allegati, riguardanti le modalità di estrazione dei beni dai depositi IVA a far data dal 1/4/2017.

Non emergono sostanziali differenze rispetto alle attuali modalità di introduzione ed estrazione, fatte salve le nuove regole applicabili nel caso in cui il soggetto estrattore non coincida con il soggetto che ha introdotto i beni in deposito. In tale circostanza, tra i vari adempimenti, è fatto obbligo al soggetto estrattore di trasmettere la dichiarazione sostitutiva attestante la sussistenza dei requisiti di affidabilità al gestore del deposito Iva utilizzato.

Ciò nonostante, in assenza di circolari esplicative da parte dell’Agenzia delle Dogane, alcuni gestori continueranno ad operare con le attuali modalità operative, mentre altri richiederanno obbligatoriamente il modello di dichiarazione sostitutiva, anche qualora il soggetto che estrae i beni sia il medesimo soggetto che ha introdotto i beni in deposito.

aspedo

Author aspedo

More posts by aspedo

Leave a Reply